06-06-10

3. ARRIVO A TORTORETO

Dopo un viaggio, con un controllo della Polizia di Stato che ci ha confermato la serietà del nostro autista e della sua azienda, siamo arrivati a Tortoreto.

 

Un viaggio in cui abbiamo avuto caldo.

Era difettosa l’aria condizionata? NO!

C’era un sole splendente che faceva sentire caldo? NO!

Allora perché dire che si è avuto caldo?

Semplice: da quando si è fatto giorno, dalle sette in poi abbiamo consumato la bellezza di 86 bibite ( qualche aranciata, poca acqua, qualche Coca-Cola, ma tanta, tanta……….birra. Finita la scorta che gi autisti avevano previsto non si vedeva l’ora di arrivare.  

 

L’albergo Lady G, ci aspettava e per la direzione dell’albergo la nostra presenza era una benedizione, non tanto per l’aspetto pecuniario ma soprattutto perché si portava una ventata di vita, di allegrezza, di gioventù. Già da Pasqua scorsa erano confrontati con la dura realtà dei terremotati sfollati verso la costa Abruzzese.

 

Un albergo che era contento di vederci arrivare, noi contenti di arrivare, tutto era presente e la festa può cominciare.

 

Infatti prima di andare in camera si è andati a scoprire il bar, luogo dove tutti si ritrovavano dopo cena fino a tarda notte (almeno alcuni, spesso sempre gli stessi).

TORTORETO LOUIS 028

TORTORETO LOUIS 029

TORTORETO LOUIS 013

TORTORETO LOUIS 014

Tortoreto lido

TORTORETO LOUIS 015

TORTORETO LOUIS 016

TORTORETO LOUIS 018

TORTORETO LOUIS 022

Questa è Tortoreto Lido fuori stagione, in piena stagione la spiaggia è piena d’ombrelloni, come tutte le zone balneari della costa Adriatica. Però è quando non c’è l’artificiosità, quando tutto è puro e vero che si apprezza la bellezza e la poeticità del luogo.

TORTORETO NETTA 270

 

 

 

11:22 Gepost door Per il comitato in VIAGGIO CULTURALE | Permalink | Commentaren (0) |  Facebook |

De commentaren zijn gesloten.